lunedì 20 gennaio 2014

Guadagnare con un blog

È possibile guadagnare con un blog amatoriale e arrotondare lo stipendio?

Ottenere dei risultati in questo senso potrebbe essere un'impresa difficile: per guadagnare attraverso il web è necessario pianificare con molta attenzione ogni aspetto del sito internet, soprattutto se lo scopo è racimolare delle entrate ben superiori a qualche decina di euro al mese.

Esistono diversi modi per guadagnare online:

  • attraverso la vendita di prodotti
  • vendendo servizi
  • grazie alla vendita di spazi pubblicitari all'interno del sito.
Nel caso di un blog i primi due punti sono automaticamente esclusi, a meno che il blog non sia un pretesto per vendere prodotti/servizi, ma non è questo il tema del post. Rimane quindi la vendita degli spazi pubblicitari, indirettamente attraverso servizi come Google AdSense, o direttamente, ma per fare questo è necessario incentivare i possibili inserzionisti.

Come aumentare le entrate di un blog?

L'entità del guadagno è proporzionale al numero di visitatori, però se il blog è amatoriale ed il traffico di utenti è limitato come si può fare?

Bisogna cercare di aumentare il traffico e, se possibile, cercare di intercettare le persone realmente interessate agli argomenti proposti scrivendo post originali e frequenti per non far scemare l'attenzione del pubblico.

Per fare questo vanno creati contenuti di qualità e messe in atto delle strategie di comunicazione che coprono anche i social network estendendo la presenza online ben oltre al singolo blog.

Inoltre la produzione di contenuti, solitamente testi e video, non si deve limitare ad una prima fase iniziale di startup, ma è un processo che dovrà continuare per tutta la durata del progetto.

Per ottenere un traffico che sia significativo agli occhi dei possibili inserzionisti non basta scrivere un articolo o due alla settimana (a meno che non siano di un settore così di nicchia e siano decisamente interessanti ed utili), ma è necessario un impegno molto maggiore.

Quindi si raggiunge un vicolo cieco: stiamo creando un blog amatoriale ma dobbiamo gestire il sito e produrre contenuti in maniera professionale.

Il sogno di guadagnare attraverso un blog amatoriale (e senza far fatica) è infranto?

Realisticamente parlando credo proprio di sì, o perlomeno è così nella maggior parte dei casi.

Per ottenere dei risultati tangibili è necessario investire tempo ed altre risorse, trasformando di fatto un hobby in un lavoro e quindi la domanda diventa: «Si può guadagnare attraverso un blog "professionale"?».

In questo caso ci sono molte più probabilità.