martedì 3 novembre 2015

Drupal 8: rilascio ufficiale il 19 novembre 2015?



Il CMS Drupal è ritenuto da molti sviluppatori web una delle piattaforme più flessibili e potenti nel panorama odierno. La versione 8 di questo CMS è in fase di realizzazione da ben quattro anni e porta con se una quantità enorme di novità.

Le nuove caratteristiche sono state progettate soprattutto per venire incontro alle esigenze dei programmatori e dei website builder.

Usabilità, multilingua, mobile/responsive, web services, sono solo alcuni dei punti su cui si è focalizzato il team di sviluppo che ha seguito Drupal 8 negli ultimi anni. A questo proposito si può leggere un breve articolo di introduzione a Drupal 8 che avevo pubblicato durante l'estate del 2012.

A quel tempo l'uscita di Drupal 8 era stimata verso la metà del 2013 ma per ovvi motivi il rilascio è stato posticipato più volte fino alla data attualmente prevista che è il giorno 19 novembre 2015. Fino ad oggi il sistema era infatti troppo immaturo per poter essere considerato stabile.

Quindi da fine novembre 2015 si potranno creare siti con Drupal 8?


Purtroppo, per quanto mi riguarda, la risposta è un secco e definitivo no.

Non lo dico per fare polemica, ma semplicemente per evidenziare una situazione normalissima e che dovrebbe essere ormai ben nota a chi è del mestiere.

Questo articolo nasce proprio con l'intenzione opposta: ovvero evitare che i non esperti possano dare un giudizio negativo al CMS dal momento in cui provassero Drupal 8 nelle prossime settimane senza sapere tutti i retroscena.

A parte i pochi bug del core, che saranno in buona parte risolti nelle ultime settimane precedenti alla data ufficiale, resta infatti aperta la questione "moduli".

La maggior parte dei moduli per Drupal che estendono le funzionalità di base del CMS non sono ancora pronti per essere usati in ambienti di produzione.

Questo è un problema noto e che si ripete ad ogni rilascio di major version di Drupal, ma anche di altri sistemi.

È infatti normale che gli sviluppatori dei moduli contrib aspettino che il core sia definitivamente maturo prima di completare il porting e lo sviluppo per la nuova versione.

Pertanto la data di pubblicazione di Drupal 8 segnerà ufficialmente il momento in cui la comunità di sviluppatori Drupal diventerà molto più attiva per aggiornare tutto l'ecosistema alla nuova versione stabile.

Non è una sorpresa: era già avvenuto con Drupal 7, con Drupal 6, con Drupal 5, con Drupal 4... e molto probabilmente accadrà anche con Drupal 9.

Come mai questi moduli Drupal sono così importanti?


Drupal core offre molte funzioni utili per lo sviluppo di un sito web ma non sono abbastanza per soddisfare i requisiti minimi di un prodotto completo.

Ecco un elenco (parziale) di moduli per Drupal che ritengo fondamentali per la creazione di un sito web professionale e che ad oggi (inizio novembre 2015) sono ancora in fase di sviluppo.
  • XML Sitemap. Questo modulo, lo dice il nome stesso, serve per generare in maniera automatica la sitemap del sito in formato XML. È uno dei moduli essenziali per la SEO.
  • Metatag. Attraverso questo modulo si possono impostare dinamicamente i meta tags del sito a partire dai campi utilizzati nei vari contenuti o entità. Anche questo modulo è indispensabile per l'ottimizzazione del sito per i motori di ricerca.
  • Drupal Commerce e Ubercart. Se si vuole creare un ecommerce con Drupal questi due moduli sono le uniche scelte, al momento in via di sviluppo e non usabili.
  • Token. Modulo per Drupal che permette di gestire token riusabili in quasi ogni parte del CMS.
  • Google Analytics. Anche il modulo per integrare il servizio di statistiche di Google è in alto mare. L'alternativa è tornare ad inserire a mano il codice JS nei template visto che il porting del modulo per "Google Tag Manager" non è nemmeno cominciato.
  • Pathauto. Strumento necessario per gestire gli alias (path) delle pagine in maniera automatizzata.
Bastano i moduli di base per il SEO ed i plugin per creare un Ecommerce per frenare l'adozione di Drupal 8 nel breve termine.

Come evolverà la situazione e come verrà risolta?

Per sbloccare Drupal 8 serviranno ancora molti mesi prima che questi e moltissimi altri moduli diventino funzionanti e stabili.

Dal momento in cui ciò avverrà, si vedrà una rapida crescita dell'uso di Drupal 8 a discapito di Drupal 7.

Le potenzialità di Drupal 8 sono molteplici, il CMS ha veramente molto da offrire e sono convinto che gli sviluppatori avranno a disposizione una infrastruttura che potrà semplificare notevolmente le diverse fasi di creazione e manutenzione di siti web anche molto complessi.

Nel frattempo nessuno vieta la creazione dei nuovi siti con Drupal 7: è un sistema lontano dall'essere obsoleto e che potrà essere usato ancora a lungo prima di essere sostituito da Drupal 8.